Stage Internazionale 2017 Orchestra Giovanile Veronese

OrchestraGiovanileVeronese

CON LA REALIZZAZIONE DELL'OPERA "LA FIGLIA DI ACHAB"

Lo Stage Internazionale per Giovani Musicisti VILLA BURI MUSICA è un percorso musicale residenziale che coinvolge ragazze e ragazzi impegnati nello studio di uno strumento o nel canto; giunge nel 2017 alla sua tredicesima edizione, dal 28 Giugno al 9 Luglio.

La partecipazione è limitata a 105 giovani coristi e musicisti, ai quali verrà proposta la preparazione di una nuova opera di teatro musicale.

Lo Stage si svolge presso i locali della Villa Bernini Buri (S. Michele Extra, Verona), con due modalità di partecipazione: il soggiorno residenziale (per circa 50 ragazzi) in villa o campeggio, oppure la sola presenza diurna. Lo Stage è dedicato ai giovani musicisti e coristi dai 10 ai 20 anni. Possono partecipare strumenti classici e moderni, senza esame di ammissione. L’attività dello Stage prevede la collaborazione di insegnanti qualificati e di responsabili che seguano i ragazzi nei vari momenti della giornata e per il pernottamento.

Due gli spettacoli finali dello Stage, che avranno luogo nel parco della villa, Sabato 8 Luglio e Domenica 9 Luglio alle ore 21,15Ingresso libero.

L’opera 2017: “LA FIGLIA DI ACHAB”

L’opera in programma, “La figlia di Achab”, si ispira al celebre romanzo di Melville, “Moby Dick”, affrontando il tema della crescita e della maturazione di un gruppo di ragazze e di ragazzi, alle prese con le insidie del mare e con la grande balena bianca.

La musica è di Giannantonio Mutto, il testo di Valentino Perera e di Lorenzo Bassotto, che sarà anche regista dello spettacolo.

In un raro momento di sereno affetto per la sua famiglia, poche ore prima dell'inizio dell'ultima caccia a Moby Dick, il capitano Achab si confida con il suo primo ufficiale Starbuck, e si lascia andare alla nostalgia. Insieme immaginano i loro figli salire la collina per scrutare l'orizzonte in attesa dell'arrivo della baleniera Pequod. E i figli di questi intrepidi balenieri come vivono la lontananza dei loro genitori? Quali sentimenti coltivano nel loro cuore, quali ambizioni nascono nell'immaginare le loro imprese? Solo la nostalgia del genitore troppo spesso lontano, o il desiderio di imitarne le gesta incredibili raccontate durante i rari momenti di sosta in porto, nella piacevole e improvvisata serenità familiare? O anche la rabbia nel sentirsi traditi dal padre lontano, quando c'è bisogno di una figura forte per sopportare le difficoltà della vita?

L’opera "La figlia di Achab" comincia con un semplice gioco, che con un paio di corde e un lenzuolo diventa il mistero di un viaggio su una nave in mezzo all'oceano. Lo spettacolo percorre le varie fasi dell'identificazione con il gioco stesso, innescate dai meccanismi della condivisione e dell'imitazione, fino a confonderne il limite con la realtà, e affronta le dinamiche del rapporto con i genitori attraverso il confronto con i propri "compagni di viaggio". Alla fine, l'ultimo combattimento con la grande balena bianca rivelerà il valore catartico del gioco.

Cliccare qui per leggere la presentazione completa dello stage.

Per informazioni: 

Associazione Orchestra Giovanile Veronese
via Fontana del Ferro, 3 - 37129 Verona
Tel. e Fax 045 595931
Cell. 3470355702 – 3490063162
E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.