1 dicembre 2015 Giornata mondiale di lotta contro AIDS/HIV

"HIV/AIDS, il silenzio non elimina il problema" : questo il titolo scelto dalla Caritas Diocesana Veronese e dalla Pastorale della Salute, per l'invito rivolto a tutta la cittadinanza e soprattutto ai più giovani, per un pomeriggio di informazione e spettacolo con l'obiettivo di alzare la voce sul fenomeno dell'infezione HIV/AIDS.

Domenica 7 giugno 2015

Evento aperto a TUTTI

il M.A.S.C.I. - Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani

invita TUTTI gli Amici (tesserati e non) di Villa Buri alla

PULIZIA del BOSCO di VILLA BURI

Edizione 2015 della manifestazione Ottomarzo. Femminile, plurale promossa dall'assessorato alle Pari Opportunità.

Si rimanda alla pagina dedicata sul sito del Comune di Verona per i dettagli e le pagine degli appuntamenti che si svolgeranno dal 3 al 25 marzo.

 

L’ASSOCIAZIONE SOCIETA’ SOSTENIBILE (A.So.S) è lieta di comunicare che: sabato 28 febbraio 2015, in Verona, presso il Teatro Stimate, via Montanari 1, si terrà il seguente evento culturale, di particolare interesse sociale:

SIMPOSIO "SOCIETÀ SOSTENIBILE" 2.0

Mercoledì 04 febbraio 2015 | ore 17.30 | Ostello della Gioventù, Salita Fontana del ferro 15 - Verona

Dialogo sull’attualità

"Fede ed Educazione in Africa Nera. L’esempio del saggio di Bandiagara (Mali)". 

L'Associazione Villa Buri onlus, per presentare le suo proposte per le scuole, parteciperà, come da diversi anni a questa parte, alla Quattordicesima Giornata della Didattica. Si tratta di un evento promosso dal Comune di Verona, in particolare dalla Direzione Politiche Educative Scolastiche e Giovanili tramite il quale le realtà territoriali del veronese, tra cui l'Associazione Villa Buri onlus, presentano le proprie attività rivolte agli studenti.

La manifestazione si terrà il giorno 6 Settembre, dalle 10:00 alle 17:00, presso il Chiostro e Sala Convegni della Soprintendenza alle Belle Arti e Paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza, all'indirizzo Piazza San Fermo, 3/A.

Anche quest'anno, tra l'altro, la nostra Associazione si farà promotrice del progetto MuoverSì - di cui abbiamo già parlato sul nostro sito - per diffondere la conoscenza di questa bellissima offerta didattica, sviluppata dall'ULSS 20 sulla base di un programma della Regione Veneto, in collaborazione con FIAB, Rete Tante Tinte e l'Associazione Villa Buri onlus.

Vi aspettiamo!

Aggiornamento: siamo spiacenti ma il punto di distribuzione Biosol presso Villa Buri è stato sospeso.

Per informazioni contattare Francesco Badalini.

Biosol è una rete di piccola distribuzione organizzata di prodotti biologici locali e fa parte dell'economia sociale e solidale. È un progetto promosso dalla rete di economia solidale Naturalmente Verona - Arcipelago Scec.

Oltre il muro

Verso chi cerca futuro

Con Cristina Graziani

coordinatore d'emergenza ONU


2, 3 e 4 ottobre 2015

MIGRANTI, ACCOGLIENZA E DIRITTI FONDAMENTALI

Convegno di formazione per avvocati, aperto al pubblico


Venerdì 18 settembre 2015

CANZONI di FINE ESTATE

Musica dal Vivo al Buri Bar

con Claudio Moro, Annalisa Buzzola e Alberto Guerra

Buffet a partire dalle 19:oo 


Sabato 19 settembre 2015

IRISH FOLK MUSIC LIVE

Musica dal Vivo al Buri Bar

con Patricks

Buffet a partire dalle 19:oo 


Domenica 27 settembre 2015

THE MAGIC SHOW OF MONSIER EN.P.

Magia dal Vivo al Buri Bar

testi, magia e regia Stefano Paiusco

Buffet a partire dalle 19:oo 

domenica 6 settembre 2015 dalle 15.30 alle 19.30

«Laudato si’» in bici

Biciclettata di presentazione dell’enciclica di Papa Francesco

da Villa Buri fino a Zevio e ritorno lungo la pista ciclabile dell’Adige (totale percorso km 24) 

domenica 30 agosto 2015 dalle ore 9:30 presso parco Villa Buri

A Zampe Nude nel Parco Edizione 2015


Sabato 15 agosto 2015

CANTANDO SOTTO LE STELLE

Musica dal Vivo al Buri Bar

Buffet a partire dalle 19:00 

Venerdì 14 agosto 19 - 23:30

Serata al Buri Bar

ROCK ANNI 60/70 CON I "FALC"

BIRRA, RISOTTO E BUONA MUSICA!!!!!!

"VILLA BURI" IN COLLABORAZIONE CON "IL SAMARITANO ONLUS" PRESENTA:

A Night in Villa Buri
due ore di musica dei Dire Straits eseguita dai Faserem

Dal 26 luglio al 2 agosto 2015, a Villa Buri
Terza edizione di African Summer School!

Tema dell'anno: Rinascimento africano e Afro-Business (focus sui rapporti ITALIA-AFRICA nel settore agro alimentare).

Preparatevi al più grande evento formativo sull'Africa in Italia. 

Spettacolo finale dello 
STAGE INTERNAZIONALE PER GIOVANI MUSICISTI "VILLA BURI MUSICA"
11 e 12 luglio 2015, dalle 21:15 alle 23:00

WUNDERBAR SUMMER FEST 2015
17/18/19 luglio | Villa Buri - Verona

Seconda edizione di Wunderbar!, tre giorni di musica nella lussureggiante location del parco di Villa Buri, alle porte di Verona.
Tre giornate con alcune tra le più interessanti band del panorama musicale nazionale ed internazionale tra rock, psichedelia ed elettronica.

Domenica 28 giugno, ore 21.00

LA VOCE DI SAMJHANA - Serata di solidarietà per il Nepal

Una timida e limpida voce ci racconta la sua storia...

Introducono la serata Camilla Righetti e Namita Bista con racconti e danze del Nepal.

12-13-14 giugno 2015: Villa Buri Music Fest, 3 giorni di musica (Niù Tennicii Monaci del Surf e RIDILLO).

Entrata GRATUITA!

Cibo, workshop e laboratori anche per bambini. Aquiloni!

Il 21 giugno 2015, in occasione della Giornata Internazionale dello Yoga, l'associazione Hanuman studio Yoga, con il patrocinio della Settima Circoscrizione del Comune di Verona, organizza presso VILLA BURI (Via Bernini Buri 99), dalle 9,00 alle 12,30, un evento per praticare lo yoga, con una sequenza speciale per questo giorno, e stare insieme.moissanite engagement rings cheap moissanite wholesale moissanite

Domenica 14 giugno dalle ore 10

Visita guidata a Villa Bernini Buri, a seguire laboratorio di erboristeria

a cura di Comitato per il Verde, in collaborazione con Legambiente Verona e Amici di Villa-Bosco Buri.

I venerdì 19 e 26 giugnol'Associazione Villa Buri onlus invita alla partecipazione a DUE SERATE ESTIVE da trascorrere nella magnifica cornice di VILLA BURI (Via Bernin Buri 99, Verona)oakley sunglasses Sale oakley sunglasses Cheap

Domenica 7 giugno 2015 a Villa Buri si terrà la Festa di Primavera dell'Associazione Nadia Onlus!

Una finanza per il bene comune

Incontro pubblico a Villa Buri

Sabato 23 maggio 2015
dalle 16,00 alle 18,30

 Giovedì 30 aprile ore 20,45

nel cortile di Villa Buri

I CONTI … NON TORNANO

canti, storie e racconti su Villa Buri e dintorni

I preparativi sono completati. Tutto è pronto. Manca solo l'inaugurazione!

6 aprile 2015

L’edizione 2015 della tradizionale Festa di Primavera di Villa Buri, promossa dall’ "Associazione Villa Buri onlus” e dall’associazione di volontariato “Amici di Villa-Bosco Buri”, e realizzata con consolidata collaborazione dell’associazione “Naturalmente Verona”, si svolgerà quest’anno

domenica 19 aprile 2015

CANTIERE “ORA ET LABORA”
“PASQUA 2015 A VILLA BURI

dal  1°  al   4 aprile 2015

Anche quest'anno, presso la Base Scout “M. Mazza” di Villa Buri (VR), si terrà il

Campo Pasquale per RS.

Biblioteca Vivente 2014

Si comunica che la segreteria di Villa Buri onlus rimarrà chiusa dal 21 al 30 agosto 2015.

i NOSTRI MONDIALI

 

il programma:  

  • Giovedi 12 giugno 2014:
    • ore 18:00 - Presentazione del programma e del libro "La Bibbia e il calcio" di Marco ed Elia Dal Corso.
    • ore 19:00 - Partita di calcetto a 7
    • ore 22:00 - Proiezione della partita BRASILE vs CROAZIA

 

 

 

 

 

La SEGRETERIA rimarrà CHIUSA

dal 24 al 27 dicembre 2015

e dal 31 dic. al 6 gennaio 2016

8 giugno 2014

domenica

TRIDUO PASQUALE 2014

16 - 19 aprile 

Il Coraggio nasce dall'evento pasquale, che mostra, luminosa, la strada da percorrere, dove incontrare Cristo e la nostra felicità.
Questo cantiere, ormai consueto e collaudato è aperto a tutte le Comunità RS ed ai singoli RS.

Non perdete l'occasione, iscrivetevi!
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Sabato 14 dicembre 2013

Progetto Sirya Auxilia

13 aprile 2014

domenica

12 aprile 2014

sabato

ore 20:30

Cena multietnica preparata dall’ Associazione Pamoja. (programma)

Dopocena in musica Etnic World.

È vivamente consigliata la prenotazione (20,oo euro a persona), inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo." style="line-height: 1.3em;">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo
o telefonando allo 045 972082. (in orario di
segreteria) entro l'8 aprile p.v.

 

 

 

 2014

Benvenuti ... 

... Quasi il pienone ...

 

 .............

Educazione Rurale tra cittadinanza globale attiva e sicurezza alimentare
o "Rural Education" (cod: ONG-ED / 2007 / 136-849)

Il progetto internazionale “Rural Education” è un progetto complesso pluriannuale, finanziato dall'UE che si è sviluppato in due progetti triennali. 

Il primo di questi, partito nel 2005 e conclusosi nel 2007  è stato seguito a Verona da Associazione Rurale Italiana – ARI e ha avuto come obiettivo principale “l'incontro e lo scambio interculturale”, fra diverse realtà della società civile a livello internazionale, con focus sul concetto della Sovranità alimentare.
 

Il secondo progetto, iniziato nel 2008 e attualmente in corso, si concluderà nel febbraio del 2011 e a Verona è seguito dall'Onlus Villa Buri in collaborazione con numerose altre realtà della Società Civile veronese.

Obiettivo principale di questo secondo progetto è il rafforzamento dei legami instaurati nella prima edizione, la conoscenza e diffusione di buone pratiche di Economia Solidale e Sovranità alimentare sviluppate nei diversi contesti e nazioni, e lo sviluppo di “strumenti didattici” in grado di essere utilizzati ovunque per la diffusione di tali buone pratiche.

I Risultati che con tale progetto si perseguono riguardano il miglioramento delle pratiche di educazione allo sviluppo locale sostenibile, tramite un “sistema” ove tutti gli attori coinvolti siano in grado di applicare i metodi di una gestione partecipata e sostenibile nei processi di sviluppo locale, una maggiore consapevolezza dei diritti e responsabilità rispetto a: partecipazione, cittadinanza globale attiva, Sicurezza e Sovranità alimentare, Economia Solidale, Decrescita.

Per l'Italia i soggetti proponenti il progetto sono ACRA (Ass. Cooperazione rurale in Africa e America Latina) e FOCSIV (Federazione Organizzazioni Cristiane Servizio Internazionale di Volontariato), mentre i soggetti attuatori sono: CIC (Centro Internazionale Crocevia), AIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica), ARI (Associazione Rurale Italiana), Associazione Villa Buri Onlus su proposta dell’Associazione El Sélese della Rete di Economia Solidale di Verona. Per quanto concerne i Partner internzaionali, i Paesi interssati dal progetto sono: Galles, Tanzania, Ecuador, Peru, Senegal, Zanzibar, Ungheria, Slovacchia, Estonia.

Nel 2008 la prima fase del progetto si è sviluppata nella “Ricerca-Azione” rappresenta dall'individuazione o  “mappatura”, in ogni realtà locale, di quali percorsi, metodologie, destinatari locali, quali le necessità e quali strumenti disponibili e creabili relativamente a Sovranità alimentare, Sovranità economica, Sovranità politica.

La seconda fase del progetto, sviluppatasi nel 2009,  ha visto la realizzazione di laboratori pilota sui temi dell’alimentazione, della produzione agricola locale e del consumo critico, in specifico per Verona è stato organizzato un Corso di Formazione e Autoformazione “Dall’Economia neoliberista della Crescita all’Economia Solidale della Decrescita” svoltosi nei giorni 11 – 18 – 25 Novembre e 2 - 9 - 16 Dicembre 2009 presso le strutture di Villa Buri; la diffusione di un kit didattico” composto da strumenti multimediali sui temi di interesse del progetto che fa riferimento alle buone pratiche raccolte sul territorio e a strumenti concreti che a Verona sono rappresentati dalla creazione  del Sito dei Quarei del Sélese www.quarei.org e dall'inizio della diffusione dei Buoni Locali Solidali SCEC (Solidarietà ChE Cammina) per la creazione di un circuito economico virtuoso (vedere www.arcipelagosvec.net). Entro ottobre 2010 è prevista anche l'attivazione di un Portale dell'Economia eco-equo-solidale promosso dall'Associazione Naturalmente Verona che ha lo scopo di rafforzare la rete veronese dell'Economia Solidale consentendo la creazione di nuove sinergie.

Parallelamente e contestualmente al progetto è stata attivata una trasmissione radio dal titolo “Lo Sciopero del Sole” le cui registrazioni avvengono settimanalmente all'interno delle strutture di Villa Buri (Buri Bar) e sono trasmesse sul network radiofonico “Radio Popolare”, e il collegamento con tre progetti territoriali di sviluppo del settore agricolo quali “Il Presidio del Pero Misso” promosso dall'Associazione Slow Food, “Il Paniere dei prodotti delle montagne e colline veronesi”, promosso dall'Associazione Antica Terra Gentile ed altre, e il “Progetto Agroalimentare SCEC” promosso dall'Associazione Naturalmente Verona – Arcipelago SCEC.

Il terzo ed ultimo anno, appena iniziato prevede la realizzazione di eventi teritoriali (Territorial Event) che a Verona si sta sviluppando in un coordinameto fra diverse realtà della Società Civile che realizzano eventi pubblici in sintonia quali: Villa Buri con la Festa di Primavera che si è svolta il 18 aprile presso Villa Buri con un Convegno Interregionale di Arcipelago SCEC su Sovranità Monetaria e Sovranità alimentare (approfondimento  sul “progetto agroalimentare SCEC”); i Cantieri di Mondi Nuovi (11 e 12 settembre), il Festival di Naturalmente Verona dell'Economia eco-equo-solidale (2 e 3 ottobre),  I diritti alla Genovesa organizzati dall'omonima Cooperativa (tutto il mese di settembre) e Fuori Luogo-Baldofestival, organizzato dall'Associazione Baldofestival a fine ottobre.

In questa ultima fase il progetto prevede anche lo svolgimento di una serie di interscambi culturali, con l'invio di alcuni giovani veronesi nei paesi del Sud e dell'Est Europa partecipanti al progetto e l'accoglienza di giovani delle stesse regioni qui a Verona, presumibilmente in concomitanza del Festival ad ottobre.

Per maggiori approfondimenti sul progetto in generale vedere:

www.ruraledu.net

Per maggiori approfondimenti sul progetto a Verona vedere:

www.selese.org/progetto-rural-education-17-mesi-dopo/ 
www.selese.org/progetto-internazionale-res-verona/ 
www.selese.org/des-verona-e-primo-anno-del-prog-internazionale/ 
www.selese.org/la-res-veronse-un-caso-di-studio-internazionale/ 

Per maggiori approfondimenti sul corso di Formazione-Autoformazione vedere:

www.selese.org/naturalmente-verona-formazione-e-autoformazione-1/

www.selese.org/naturalmente-vr-formazione-e-autoformazione-2/

www.selese.org/naturalmente-vr-formazione-e-autoformazione-3/

30 marzo 2014

domenica

ore 17:30

Incontro con Medici Senza Frontiere; interviene la Prof.ssa Elda Baggio, chirurgo, operatrice umanitaria di Medici Senza Frontiere. Proiezione di un breve filmato.

ore 18:30

Performance teatrale di donne africane sul tema della mutilazione genitale, proposta da Eden Getachew, creata in collaborazione con Valeria Saddi, usando metodologie del Teatro dell'Oppresso.

Seguirà un dibattito che coinvolgerà il pubblico insieme alle attrici.

Proiezione del video/filmato “Dialogo sulla diversità e la sessualità femminile”, di Linda Tonolli (antropologa di Verona); sul confronto tra uomini e donne di culture diverse scaturito da un corso sperimentale di lingua italiana presso Centro Interculturale “Casa di Ramìa” di Verona.

ore 19:30

Rinfresco organizzato da Associazione Pamoja, ad offerta libera.


Per motivi indipendenti dalla nostra volontà: la cena multietnica è rinviata a 

sabato 12 aprile, stessa ora.

Cena multietnica preparata da Associazione Pamoja. (programma)

È vivamente consigliata la prenotazione (20,oo euro a persona), inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonando allo 045 972082 (in orario di segreteria) entro l'8 aprile p.v.


Questo evento è parte del progetto "Cantiere di Mondi Nuovi e Festa di Primavera 2014

Progetto profughi : la nostra esperienza

In fuga dalla Libia in guerra, sui barconi stracolmi in balia del mare c'erano anche loro: Adanech, Meskerem, Rahel, Salamawit, Zemzem. Il 5 maggio 2011 furono raccolte sul mare di Lampedusa.   Erano alla seconda fuga drammatica: già due o tre anni prima erano scappate dalla loro Etiopia e, attraverso i deserti, avevano trovato rifugio e lavoro in Libia.
Approdate sull'isola italiana, dopo gli accertamenti di rito e diversi spostamenti per la penisola, le nostre ragazze furono ospitate alcune settimane in una struttura balneare a Cavallino (Venezia). Alla fine di giugno trovarono ospitalità in una casa gestita dall'Associazione "Aquiloni" a Verona.
La Protezione Civile intanto era in affanno davanti alle migliaia e migliaia di profughi che, ad ondate interminabili, si riversavano sull'Italia. Disponendo di notevoli risorse economiche, doveva cercare alloggi per assicurare nell'emergenza una vita dignitosa.
Siccome l'emergenza del movimento migratorio si prolungava anche nel Veneto, la Prefettura di Verona chiese alla nostra Associazione Villaburi Onlus (Verona) di impegnarsi e di accogliere un piccolo gruppo di profughi. Il CdA di Villaburi Onlus, in una seduta di fine agosto, deliberò all'unanimità di accogliere la richiesta che trovava perfettamente coerente con le “finalità di solidarietà sociale” di Villaburi Onlus (come da Statuto).
L'associazione poteva disporre di un appartamento al primo piano in una palazzina a ovest della Villa, messo a disposizione dalla proprietaria, signora M. Salamon. La casa era di ampia metratura e poteva ospitare agevolmente sette persone. L'Associazione, nella persona del presidente pro-tempore Paolo Tacchi Venturi, stipulò una Convenzione con la Prefettura UTG di Venezia per la gestione dell'accoglienza. 
Il 21 settembre 2011 le ragazze furono accolte a Villaburi. Subito furono circondate dalla simpatia e dall'amicizia di molti volontari (Stefania, Laura, Rosella, Antonio, Gregorio, Luigi, Dario e altri) che subito si divisero i compiti.
La gestione amministrativa fu affidata a Fabrizio, che si caricava così di nuove mansioni.
Furono fissate insieme alle ragazze le norme di convivenza quotidiana nella casa e si affrontarono i primi bisogni: pasti, abbigliamento, orari, spostamenti. Quindi si individuarono i problemi personali di salute e di igiene appoggiandosi anche ai servizi pubblici (distretti sanitari, consultori e reparto malattie tropicali di Negrar). I volontari seguivano con sollecitudine la salute accompagnandole per screening, analisi, profilassi, cure dentarie, visite specialistiche, ecc. Per la mediazione linguistica e culturale chiedevano aiuto a Concetta e Saba, sempre disponibili.
Le ragazze intanto ricevevano lo status di rifugiate per motivi politici.
Il 22 dicembre arrivò anche Terhas Tesfay che da lì a 5 mesi avrebbe dato alla luce un bambino.
Villaburi Onlus strutturò i servizi così da offrire una permanenza più che dignitosa e da facilitare l'inserimento in una società in crisi economica e non solo.
Per l' insegnamento lingua italiana fin dalle prime settimane le ragazze furono seguite da insegnanti volontari in sede, poi furono inserite nei corsi di alfabetizzazione organizzati nella scuola pubblica in Via Betteloni (Verona). Le ragazze là seguivano le lezioni tutti i giorni, da lunedì a sabato. A fine anno conseguirono l'attestato di frequenza. Nel settembre del 2012 si iscrissero al secondo anno di alfabetizzazione nella stessa scuola. A metà novembre tre di loro, passarono ad un corso più impegnativo presso la Scuola Media "Duca d'Aosta" (Verona).
Oltre alla lingua si è pensato anche al lavoro. E' stato attuato per cinque mesi un periodo di tirocinio di formazione ed orientamento, per permettere un primo contatto con il mondo del lavoro. Al tirocinio è stata associata una borsa utile anche per educare all'uso responsabile del denaro. Salamawit fece tirocinio in una casa di riposo, Meskerem presso un ristorante, Adanech presso una grossa scuola privata, Rahel negli stessi locali di Villaburi, Zemzem presso una fattoria didattica. Tutte, a fine tirocinio, hanno meritato una buona referenza. Per il tirocinio prestava la sua consulenza la cooperativa "Comunita dei Giovani" di Verona. I volontari hanno tentato di avviare le ragazze anche a pratiche di cucito e di cucina italiana.
Abbiamo programmato anche un percorso formativo. Ci si è avvalsi dei servizi del Consiglio Italiano Rifugiati Onlus (CIR) di Verona, così da far crescere la consapevolezza dello stato giuridico del rifugiato, la conoscenza della situazione economica e abitativa, l'autonomia sul territorio. Le ragazze hanno tutte un curriculum con referenze da presentare nel mondo del lavoro.
La crisi del lavoro in Italia, grave per tutti, diventa gravissima per le nostre ragazze che faticano a trovare un'occupazione anche modesta.
Prima che l'emergenza profughi fosse ufficialmente chiusa in tutta Italia (31 dicembre 2012), il CdA di Villaburi Onlus ha preso l'impegno (anche economico) di accompagnare le ragazze ancora per diversi mesi. Ha concordato il loro affidamento ad alcune comunità strutturate e di lunga esperienza nella formazione delle ragazze in difficoltà.
 Adesso sono inserite tutte in comunità diverse e stanno percorrendo il difficile cammino dell'integrazione. Sono trascinate da un destino più grande di loro, ma ci sembrano fiduciose in un futuro più benigno, per loro e per quello che rimane delle loro famiglie in Etiopia.
 

21 marzo 2014

venerdì

FLASH Mob in piazza ERBE

ore 16:30 

Flash Mob in "Angolo via Mazzini-Piazza Brà": all’ora prestabilita (16:30), per 20 minuti, vari gruppi musicali si esibiranno al fine di stupire, attrarre e fermare i cittadini per riflettere sul razzismo.

La giornata proseguirà in Villa Buri.

ore 19:00

Proiezione del film “Va pensiero. Storie ambulanti” del regista etiope Dagmawi Yimer, che racconta due aggressioni razziste, mostrando come possono cambiare la vita delle persone coinvolte, fra paura, incertezze e speranze.

ore 20:30

Festa multietnica. Costo 10,oo euro a persona. Buffet, sfilata, sketch, in compagnia di DJ set. È gradita la prenotazione inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamando il 348 5902709.

Alcune foto dell'evento

     
   

Ringraziamenti

L’Associazione Villa Buri Onlus ringrazia tutti i presenti ed esprime una riconoscenza speciale a Youth Africans Students Of Verona per la festa multietnica organizzata da loro venerdì 21 marzo. E’ stata una festa bellissima in tutti i suoi momenti, degustazioni dei piatti tipici, sfilata di moda dei vestiti africani; le vostre coreografie erano eccezionali ed il teatro muto molto commuovente. Ringrazia i presentatori della serata Anita Ama Mozou e Aurelio Kisito Tchoupe per la loro disponibilità e prontezza nel vivacizzare l'evento. Contando sulle vostre prossime collaborazioni, augura che YASOV abbia successo nelle sue attività.


Questo evento è parte del progetto "Cantiere dei Mondi Nuovi e Festa di Primavera 2014"

Evento su facebook.

16 marzo 2014

domenica

ore 15:00

Conferenza “L'opinione della medicina: perché la donna? Identità culturale o violenza di genere?”

Il dottor Ivano Brunelli, ginecologo, parlerà della sua esperienza presso il reparto ginecologico in Kenya nel 2008 e delle implicazioni di casi di mutilazioni genitali eseguite in ospedali italiani.

ore 16:45

Rinfresco con piatti tipici del Corno d'Africa, preparato da Tabulé.

ore 17:30 

Conferenza “Donne Somale e comunità musulmana. L'importanza di essere circoncisa: il potere della comunità sul giusto e lo sbagliato”.

Cadigia Hassan, giornalista e sociologa, rappresentante della comunità somala, parlerà delle mutilazioni genitali in Corno d'Africa nei contesti arabi-musulmani ed in Medio Oriente.

Le foto sono state fornite da Ewanfoh Videos link

 

 


Questo evento è parte del progetto "Cantiere di Mondi Nuovi e Festa di Primavera 2014"

Evento su facebook.

 

 

Associazione Villa Buri onlus

in occasione dei Cantiere di Mondi Nuovi e della Festa di Primavera 2014 promuove una rassegna a doppio tema:

  • “Why me? Dialoghi sul razzismo e la discriminazione”

Sviluppato in collaborazione con Matthieu Toglo, il progetto “Why me?” vuole, attraverso filmati, conferenze, interventi artistici e laboratori nelle scuole, affrontare il tema del razzismo.

  • “Le parole per dirlo: mutilazioni genitali femminili; le sfide delle donne ‘moderne’”

Sviluppato in collaborazione con Eden Getachew, il progetto “Le parole per dirlo…” intende sensibilizzare, attraverso il dialogo interculturale, su tematiche ritenute tabù dalle comunità (riti di iniziazione e pratiche di mutilazione femminile).Programma degli eventi:


16 marzo

ore 15:00

Conferenza “L'opinione della medicina: perché la donna? Identità culturale o violenza di genere?”

Il dottor Ivano Brunelli, ginecologo, parlerà della sua esperienza presso il reparto ginecologico in Kenya nel 2008 e delle implicazioni di casi di mutilazioni genitali eseguite in ospedali italiani.

ore 16.45

Rinfresco con piatti tipici del Corno d'Africa, preparato da Tabulé.

ore 17.30

Conferenza “Donne Somale e comunità mussulmana. L'importanza di essere circoncisa: il potere della comunità sul giusto e lo sbagliato”.

Cadigia Hassan, giornalista e sociologa, rappresentante della comunità somala, parlerà delle mutilazioni genitali in Corno d'Africa nei contesti arabi-musulmani e in Medioriente.


21 marzo

ore 16.30

Flash Mob in Piazza Erbe: all’ora prestabilita (16:30) per 20 minuti vari gruppi musicali si esibiranno al fine di stupire, attrarre e fermare i cittadini per riflettere sul razzismo.

ore 19:00

Proiezione del film “Va pensiero” del regista etiope Dagmawi Yimer, che racconta due aggressioni razziste, mostrando come possono cambiare la vita delle persone coinvolte, fra paura, incertezze e speranze.

ore 20:30

Festa multietnica. Costo 10,oo euro a persona. Buffet, sfilata, sketch, in compagnia di DJ set. È gradita la prenotazione inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamando il 348 5902709.


30 marzo

ore 17:30

Performance teatrale di donne africane sulla mutilazione genitale, proposta da Eden creato in collaborazione Valeria Saddi. Si usa metodologie del “Teatro dell'Oppresso”.

Sarà seguito da un dibattito coinvolgendo il pubblico e le attrici.

Proiezione del documentario “Dialogo sulla diversità e la sessualità femminile”, di M. Livia Alga; sul confronto tra uomini e donne di culture diverse scaturito da un corso sperimentale di lingua italiana presso Centro Interculturale “Casa di Ramia” di Verona.

ore 18.30

Incontro con operatori di Medici Senza Frontiere e attivisti Amnesty International; proiezione di filmati.

ore 20:30

Cena etnica preparata dall’Associazione Pamoja.

È vivamente consigliata la prenotazione (20,oo euro a persona), inviando una mail aQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonando allo 045 972082.


13 aprile

Festa di Primavera 2014

Villa Buri ospita i banchetti delle varie associazioni del volontariato e della società civile. A disposizione di ospiti e visitatori ci saranno bar e ristorazione.

ore 15.00

Giochi eritrei ed etiopi proposti dalla dott.Ssa Ribka Sibhatu, in collaborazione con AGESCI - Gruppo Scout VR 27.

ore 16:00

Conferenza “No al razzismo, sì all'inclusione” e incontro con il regista Dagmawi Yimer, regista del film “Va pensiero” proiettato il 21 Marzo.

ore 19:00

Concerto “Insieme contro il razzismo” con Galup, Rain, Mista Tulu e altri artisti.


I progetti proseguiranno nei mesi successivi con laboratori di sensibilizzazione nelle scuole e un torneo di calcio, sviluppando entrambi i temi trattati.

    Cantiere  di  Mondi  Nuovi

Benvenuta  Cécile Kyenge a Verona,

Benvenuta  a Villa Buri!

 

Qui si celebra la FESTA DEI POPOLI: uomini e donne di tutte le etnie si incontrano e cantano la gioia di vivere insieme, godendo la ricchezza delle diversità.

Qui si elaborano CANTIERI DI MONDI NUOVI: gruppi e associazioni veronesi intrecciano iniziative volte a diffondere l'incontro, il confronto e il dialogo di carattere interculturale e interreligioso, la difesa e la promozione dei diritti umani e di una cultura di pace.

Qui si tiene una FESTA DI PRIMAVERA perché vogliamo coltivare la Speranza. Si vuole un pianeta nuovo: economia di giustizia; sviluppo ecosostenibile, finanza etica e solidale.

Nel nostro PARCO si sperimentano nuovi modi di vivere in simbiosi con la natura e percorsi formativi: campi scout, sentieri naturalistici, laboratori per le scuole, campi volontariato internazionale, centri diurni.

Benvenuta Cecile tra noi.

il cielo di Villa Buri

ti abbraccia

 
  

  
 

 

10 - 11 maggio 2014

Festeggiamenti per i 60 anni del 

Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani

(M.A.S.C.I.) in Italia


Con la presenza del  

Centro Studi sul metodo Scout

"Luigi Brentegani" onlus

Altre immagini in Foto Gallery