Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'mikado_core_ajax_meta' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.villaburi.it/home/wp-includes/class-wp-hook.php on line 287
8782
post-template-default,single,single-post,postid-8782,single-format-standard,mkd-core-2.0.2,mikado-core-2.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-3.3, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.2,vc_responsive

PROGETTO CAMBIO DI ROTTA, LA QUINTA TAVOLA ROTONDA VENERDÌ 25 MARZO

Si è tenuta venerdì 25 marzo 2022 alle ore 20.45 presso la sala conferenze di Villa Buri la quinta tavola rotonda del Progetto Cambio di Rotta Verso l’Economia di Francesco.

L’incontro, dal titolo Sviluppo economico, pace e migrazioni: sfide per il futuro ha visto la partecipazione di Don Giuseppe Mirandola – Direttore del Centro Pastorale Immigrati e Centro Missionario Diocesano, Matteo Danese – Direttore del Cestim e Mario Mancini – Presidente di ProgettoMondo.

 

Ci sono ben oltre 257,7 milioni di migranti internazionali nel mondo, pari al 3,4% della popolazione mondiale. Se riunissimo idealmente tutti i migranti in uno stesso paese, questo sarebbe il quinto paese più popolato del pianeta.

Va considerato però che il fenomeno migratorio è antico e complesso: la voglia di sopravvivere o di migliorare le proprie condizioni di vita ha sempre rappresentato la molla che spinge l’uomo a cercare altrove nuove opportunità.

L’abbinamento fra migrazione e sviluppo economico non è certamente nuovo. Le dinamiche a cui assistiamo ciclicamente fra una sponda e l’altra del Mediterraneo e nei vari contesti mondiali, ci descrivono chiaramente come il sottosviluppo e lo sviluppo stiano alla base dei flussi migratori e, viceversa, quanto questi flussi abbiano un impatto sullo sviluppo e il sottosviluppo nei luoghi di partenza e di arrivo.

La novità di quest’ultimo mezzo secolo è data sia dalla maggiore evidenza della disparità di vita nelle varie parti del mondo che da una più agevole mobilità internazionale e dall’accelerarsi di fenomeni globali come il cambiamento climatico.

La cooperazione internazionale si interroga da almeno 30 anni sul nesso fra migrazione e sviluppo: dapprima si pensava che gli aiuti allo sviluppo dei paesi di origine avessero l’effetto di ridurre i flussi migratori. Lo slogan allora era “più cooperazione allo sviluppo per meno migrazione”, oggi ripreso nel dibattito politico con lo slogan “aiutiamoli a casa loro”.

Infine, la pace: è un obiettivo che deve essere promosso attivamente. La pace è spesso messa in pericolo dalla disuguaglianza, dalla vulnerabilità economica, dalla povertà e dall’ingiustizia. I problemi economici sono molto spesso alla radice di conflitti, sia locali che internazionali, e delle migrazioni.

Intorno a tutti questi temi abbiamo riflettuto nella 5^ tavola rotonda proposta all’interno del percorso Cambio di Rotta.

 

Puoi vedere il video della Tavola Rotonda QUI

Ti aspettiamo al prossimo appuntamento, in programma per il 29 aprile 2022.

Se vuoi rimanere aggiornato sugli eventi scrivi a cantieredimondinuovi@villaburi.it